Violenta bimba di dieci anni, poi la riporta dai suoi genitori

(Archivio/Websource)

Violenza sessuale aggravata ai danni di una minorenne. Con questa accusa è ora agli arresti domiciliari un uomo di sessantatré anni. La vicenda è avvenuta in provincia di Reggio Calabria. Ad arrestare l’uomo i carabinieri della Compagnia di Gioia Tauro. Il sessantatreenne ha adescato la bambina di dieci anni all’uscita da scuola, e dopo averla violentata l’ha poi riportata ai suoi genitori.
Lo scorso 7 di giugno, quando sono avvenuti i fatti, la madre della bimba, non avendo trovato la figlia all’uscita della scuola, in evidente stato di agitazione aveva chiamato il 112. Le ricerche erano state avviate immediatamente, ma la bimba era tornata a casa poco dopo assieme allo sconosciuto. E’ stato allora che gli agenti, insospettitisi per l’anomalo comportamento della piccola, hanno deciso di proseguire con le indagini, per fare chiarezza su quanto accaduto.
Analizzando così le immagini ottenute dalle telecamere di sicurezza della scuola, gli agenti hanno potuto appurare che l’uomo ha adescato la bambina attirando la sua attenzione attraverso alcuni cuccioli di cane, per convincerla in questo modo a seguirlo nella sua abitazione. L’abuso sarebbe così avvenuto tra le mura del suo appartamento e successivamente a questo l’uomo avrebbe riportato la bimba davanti alla scuola dove la stavano attendendo i genitori. Il sessantatreenne si trova ora agli arresti domiciliari.
BC