Domenico Diele (Ernesto Ruscio/Getty Images)

Sono stati convalidati i domiciliari con braccialetto elettronico per Domenico Diele, l’attore che nella notte tra venerdì e sabato ha travolto lo scooter della 48enne Ilaria Dilillo, morta in seguito all’incidente. La decisione del gip del Tribunale di Salerno è giunta a conclusione dell’udienza di convalida dell’arresto. A confermarla, il legale dell’attore, Viviana Straccia, che ai cronisti non ha voluto commentare cosa abbia detto Domenico Diele al gip: “Nulla. Questi sono fatti che riguardano l’indagato. Quello che ha dichiarato Domenico Diele rimane agli atti”. Bocche cucite anche da parte del pm della Procura di Salerno, Elena Cosentino, che però – secondo indiscrezioni – aveva chiesto che l’attore restasse in carcere.

Invece, l’attore – che in un incontro con il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli ha ammesso di essere eroinomane, ma non di aver assunto droghe prima di mettersi alla guida – lascerà il carcere di Salerno-Fuorni e tornerà nella propria abitazione romana, dove sarà ai domiciliari, in attesa del processo. Intanto torna a parlare Nicola Dilillo, 75 anni, appuntato dei carabinieri in pensione, padre della donna uccisa da Domenico Diele: “Il sabato sera forse è meglio restare a casa, troppa gente incosciente che va in giro dopo aver bevuto o preso droga e non si rende conto delle tragedie che può provocare”.

TUTTE LE NEWS DI OGGI

GM