“Abbandonata sull’altare, ho festeggiato. Per lui nessun perdono”

(Facebook)

Ha deciso di uscire allo scoperto e raccontare la sua versione dei fatti Nadia Murineddu, la sposa mollata all’altare a Sorso, in provincia di Sassari. La donna, 39 anni, doveva convolare a nozze con un militare di 24 anni, ma questi nel giorno delle nozze si è tirato indietro, con una scusa: “Dovevo rientrare alla base”, ha detto il giovane sposo al telefono. Ma Nadia Murineddu non è stata per nulla convinta da quella versione dei fatti: “Sono solo bugie”, ha sentenziato.

La donna e suo padre, però, hanno deciso di non rinunciare a quel banchetto nuziale, così hanno richiamato parenti e amici, i quali nel frattempo avevano lasciato la chiesa, e li hanno invitati al ristorante, prenotato con larghissimo anticipo: “L’atmosfera è stata un po’ così, senza musica né fotografi ma almeno abbiamo mangiato tutto, anche la torta, già tagliata e senza le statuine degli sposi” – racconta oggi Nadia Murineddu – “E abbiamo anche brindato, a me: in fondo non è morto nessuno, la vita continua. In tanti mi hanno scritto su Facebook, dicendo che sono stata coraggiosa: forse è vero, ma doveva essere il giorno più bello e non volevo diventasse il più brutto”.

La giovane donna, disoccupata e con un bimbo di 5 anni avuto da una precedente relazione, aveva conosciuto il militare su Facebook, quindi la decisione di sposarsi che era stata condivisa, come da lei spiegato al ‘Corriere della Sera’: “Ci siamo subito piaciuti, c’era intesa. Lui sembrava convinto di tutto, stava alla base militare di Poglina e rientrava a casa la notte. Avevamo organizzato tutto nei minimi dettagli, compreso il corso prematrimoniale con don Luca, un prete speciale. Quando ho lasciato la chiesa mi ha detto: ‘Sei forte, è un momento durissimo ma ce la farai’. Perdonare Giovanni? Ora è l’ultima cosa a cui penso”, ha concluso Nadia Murineddu.

Nadia Murineddu (foto dal web)

TUTTE LE NEWS DI OGGI

GM