Barca uccide una bimba, papà perde le gambe nel tentativo di salvarla

(Websource)

Kaitlyn Oliver, una bimba di soli 4 anni, è morta venerdì scorso a Temple Lake Park, in Texas. La piccola è stata tragicamente colpita da una barca mentre si trovava in acqua. Il papà, il 37enne Patrick, ha provato un salvataggio disperato ed è rimasto gravemente ferito: l’elica della barca infatti gli ha tranciato di netto entrambe le gambe e ora si trova ricoverato in condizioni critiche nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale locale.

Alla guida della barca c’era Jason Stuart Bernal, un uomo di quarantaquattro anni che è stato arrestato con l’accusa di omicidio colposo. L’uomo ora si trova in carcere con una cauzione fissata a 150.000 dollari. L’uomo stava effettuando una manovra in retromarcia e non si sarebbe accorto che dietro di lui c’erano la bambina e il suo papà che stavano nuotando.

Dopo l’incidente, per la piccola vittima e per il suo papà è stata avviata una raccolta fondi sul sito GoFundMe. In base a quanto si apprende dai media locali l’uomo aveva da poco cambiato lavoro e non era dotato al momento di una assicurazione sanitaria. I soldi raccolti serviranno dunque per aiutare la famiglia a coprire le spese dei funerali di Kaitlyn. Tutti parlano della piccola come di “una bambina bella, dolce e vivace che amava il suo cane”. I soldi serviranno anche per coprire le ingenti spese mediche che il papà dovrà affrontare. In poche ore sono stati raccolti più di trentamila dollari.

F.B.