Odore nauseabondo, lo trovano in una pozza di sangue

(Websource/archivio)

I residenti di un condominio in via Ciotti a Montichiari, nel bresciano, non ne potevano più di quell’odore. E così quando la puzza nauseabonda era arrivata oltre ogni limite si sono decisi a chiamare le forze dell’ordine e il 118. Una volta stabilito che l’odore arrivava da un punto preciso la polizia ha aperto la porta di quell’appartamento e al suo interno vi ha trovato il corpo senza vita di un 78enne, Carmine Pepe, che giaceva già in stato di decomposizione in un’enorme pozza di sangue. L’anziano, che aveva anche il volto tumefatto, era morto secondo una prima sommaria analisi del medico legale da almeno una settimana.

In base alle prime ipotesi pare che l’uomo sia morto per cause naturali, molto probabilmente un infarto. Le ferite sul volto sono ricollegabili dunque alla caduta. Quello che emerge è anche una storia di grande solitudine. L’uomo, non solo viveva da solo, ma evidentemente i suoi parenti lo contattavano molto raramente dato che nessuno di loro si è reso conto che fosse morto da giorni. La salma è stata subito rimossa, ma l’odore ha impregnato gran parte del condominio e sembra non avere intenzione di andarsene. Per questo i condomini hanno chiesto al Comune un intervento urgente di bonifica e sanificazione dell’intero stabile. La situazione è talmente insopportabile che molte famiglie hanno momentaneamente abbandonato casa loro e trovato rifugio da parenti e amici.

TUTTE LE NEWS DI OGGI

F.B.