Non si presenta all’altare, ora spiega: “Non era la donna giusta”

Giovanni Delogu e Nadia Murineddu (foto dal web)

Tiene ancora banco la vicenda di Nadia Murineddu, la sposa mollata sull’altare a Sorso, in provincia di Sassari. La donna, 39 anni, doveva convolare a nozze con un militare di 24 anni, ma questi nel giorno delle nozze si è tirato indietro, con una scusa: “Dovevo rientrare alla base”, ha detto il giovane sposo al telefono. Nelle scorse ore, quello che avrebbe dovuto essere suo marito, Giovanni Delogu, ha deciso di farsi intervistare ai microfoni di Radio Internazionale per dire la sua: “Avevo anticipato già dal giorno prima che non potevo essere al matrimonio per questioni di turno e perché stavo male”. Quindi aveva aggiunto: “Non stava male come dice, altrimenti non sarebbe mai andata in ristorante”.

Il ragazzo è tornato sulla vicenda ribadendo ora: “Il giorno del matrimonio sono stato informato che non era la persona che potevo sposare, per vari motivi”. Quindi rimarca: “Già due giorni prima le dissi che non potevo essere in chiesa per questioni di turno e di salute, lei mi ha minacciato chiedendo i danni morali”. Giovanni Delogu non è per nulla tenero con Nadia Murineddu: “A lei interessava solo che mettessi la firma, mi ha detto anche ‘Vieni in chiesa, ti sposi e torni in caserma’, poi avrebbe fatto il banchetto di nozze senza di me”. La donna aveva detto: “Perdonare Giovanni? Ora è l’ultima cosa a cui penso”. Almeno su questo i due sono concordi, perché anche il militare ha evidenziato che difficilmente tornerà sui suoi passi: “Non ci penso proprio, credo che lei resterà sola per sempre. Non credo abbia sofferto, di me non gliene fregava niente. La mia famiglia era contraria, ha saputo che mi sposavo solo due settimane prima, e da altre persone”.

TUTTE LE NEWS DI OGGI

GM