Donna resta tre giorni nel bagno del centro commerciale

Katherine Caraway (foto dal web)

Davvero assurdo quanto avvenuto in un centro commerciale, dove Katherine Caraway, una donna di 29 anni, è stata trovata morta in bagno tre giorni dopo essere entrata nel negozio. Il personale aveva posto un cartello “fuori servizio” sulla porta della toilette, quando Katherine Caraway era già cadavere all’interno, spiegano i resoconti dei media locali. La tragedia si è consumata al Sand Springs Walmart, in Oklahoma, Stati Uniti: qui la giovane donna era entrata venerdì scorso alle 18.00 ma non è mai stata vista uscire.

Un dipendente ha poi cercato di entrare nella toilette ma non ci è riuscito, quindi secondo Tulsa World, ha lasciato sulla porta un cartello a indicare un guasto del bagno. Le immagini delle telecamere a circuito chiuso hanno ripreso Katherine Caraway aggirarsi nel centro commerciale, quindi è entrata in un bagno privato, non riservato alla clientela, stando a sentire Todd Enzbrenner,capo della polizia di Sand Springs. È stata scoperta solo lunedì mattina quando un membro del personale ha sbloccato la porta. Il poliziotto ha spiegato che non ci sono segni evidenti di violenza e non è noto esattamente quando è morta.

È stata aperta un’inchiesta per determinare esattamente come e quando la donna è morta. Il capitano Enzbrenner ha detto: “Non c’era niente di sospetto che indicasse la causa della sua morte, quindi sarà l’esame del medico legale che dovrà determinarlo”. Una nota di Walmart ha dichiarato: “Siamo rattristati dall’accaduto. Non sappiamo tutti i fatti, ma stiamo lavorando a stretto contatto con le forze dell’ordine locali per fornire le informazioni che possano risultare utili. Poiché questa è un’indagine in corso, dovete far riferimento alla polizia per ulteriori informazioni”. Katherine Caraway era originaria di Muskogee, circa un’ora di macchina da Sand Springs dove è morta.