A 89 anni ancora costretto a fare il gelataio, va in pensione grazie al web

in pensione

Il web è uno strumento potentissimo ma quando viene usato per compiere delle buone azioni lo diventa ancora di più. Un ragazzo, in giro per Chicago, ha notato un uomo anziano fare fatica a trascinare un carrello di gelati e ha deciso di aiutarlo promuovendo una raccolta fondi. Il gelataio infatti, Fidencio Sanchez, ha 89 anni e guadagna circa 40€ al giorno. Joel Cervantes Macias, alla vista dell’uomo chino sul suo carretto di gelati, mosso dalla compassione si è fermato comprandogliene 20 e poi è andato via. Ha però continuato a pensare a Sanchez per tutto il giorno, decidendo di istituire una raccolta fondi sulla pagina GoFundMe, così che le persone potessero aiutare la famiglia in difficoltà. Il gelataio infatti aveva da poco perso la sua unica figlia e, poco dopo, la moglie si era ammalata. Dopo una vita passata a vendere gelati, Sanchez due anni fa era andato in pensione. A causa dei tragici eventi che hanno colpito la sua famiglia è stato però costretto a tornare a lavorare per pagare le cure della moglie.

“Stavo guidando lungo la 26esima strada, a Little Village, dove sono nato e cresciuto. Ho visto quest’uomo anziano che spingeva a fatica il suo carretto di ghiaccioli. Mi ha spezzato il cuore vedere un uomo della sua età che, anziché godersi la pensione, era ancora costretto a lavorare. Ho accostato e ho scattato questa foto. Poi ho comprato 20 ghiaccioli e gli ho dato 50 dollari”, si legge sulla pagina web della raccolta fondi. In tre giorni la campagna ha raggiunto la somma di 250mila dollari grazie alla solidarietà del web. La storia di Fidencio ha fatto il giro del mondo, cogliendo l’attenzione della stampa statunitense e internazionale. Al termine della campagna, dopo 10 giorni, 17mila persone avevano donato più di 384mila dollari. Ora Fidencio potrà andare in pensione e l’unico motivo per cui dovrà chinare la schiena sarà per baciare la moglie.

Lavinia C.

Tutte le News di Oggi – VIDEO