Ancora una forte scossa ad Amatrice, il centro Italia in apprensione

Websource: Archivio

Non c’è pace per gli abitanti di Amatrice, questa notte, intorno alle 2:25, è stata registrata una forte scossa di magnitudo 3.9, vicino ai centri colpiti dal terribile terremoto del 24 agosto scorso. Secondo i dati rilasciati dall’INGV (Istituto di Geofisica e Vulcanologia) il sisma si è verificato con ipocentro a 12 km di profondità, mentre l’epicentro è stato a 4km da Cittareale (Rieti) ed è stato avvertito a Montereale (12 km), ad Arquata del Tronto (18 km) e a Cascia (19 km).

La forte scossa delle due di notte è stata solo la prima di una serie, fatto che configura l’ennesimo sciame sismico nelle regioni del centro Italia, già funestate da simili fenomeni sia ad agosto che ad ottobre: poco dopo infatti, alle 2:38, un’altra scossa è stata avvertita nei pressi di Cittareale (questa volta di minore entità, magnitudo 2.0). Poco più tardi, alle 2:39, un’altra scossa di grossa entità (3.1 di magnitudo) è stata registrata a Pieve Santo Stefano (Arezzo). Poi, nel corso della notte altre due scosse di minore entità hanno colpito nuovamente Cittareale: la prima alle 2:54 (magnitudo 2.1) e la seconda alle 4:46 (magnitudo 2.1).

La serie di scosse ha creato una forte apprensione negli abitanti della zona, ma per fortuna non sono stati registrati danni a cose o persone. Allertata la Protezione Civile, pronta ad intervenire nel caso in cui un ulteriore scossa dovesse causare dei danni.

F.S.