Molotov contro hotel che avrebbe dovuto ospitare migranti

(Websource/archivio)

Paura a Vorbano, in provincia di Brescia, dove la notte scorsa due bombe molotov sono state lanciate all’interno dell’hotel Eureka, destinato ad ospitare dei migranti. Il primo ad intervenire per spegnere le fiamme – che hanno raggiunto il piano terra – è stato Valerio Ponchiardi, titolare della struttura che era stata scelta per ospitare 35 richiedenti asilo. Sull’accaduto stanno indagando i carabinieri e la Digos della Questura di Brescia, che non escludono si tratti di un atto intimidatorio nei confronti del proprietario. Ponchiardi ha comunque specificato che “Non è ancora stato siglato alcun accordo con la Prefettura per dare ospitalità a coloro che hanno chiesto asilo”.

S.L.

TUTTE LE NEWS DI OGGI