Incidente in moto, il giovane Francesco non ce la fa

Websource/Archivio

Si allunga il numero delle vittime di incidenti stradali di questa estate: un ventiquattrenne di Carini si è spento nel pomeriggio dopo aver perso il controllo della sua moto ed essersi schiantato contro le barriere della statale 113 (all’altezza della concessionaria Fiat) che porta da Carini alle località di mare vicino Palermo.

Il giovane palermitano, Francesco Vassallo, si era messo in marcia a bordo della sua Yamaha R6 in compagnia di un amico. Entrato sulla statale, stava procedendo in direzione Gioiosa Marea quando, all’improvviso, ha perso il controllo del mezzo cadendo rovinosamente. Sul luogo del sinistro sono arrivati immediatamente i soccorsi, ma l’urto è stato molto violento e gli operatori del 118 non hanno potuto fare altro che dichiarare il decesso del giovane. Gravi anche le condizioni del passeggero, il quale è stato portato d’urgenza al pronto soccorso ed è tutt’ora ricoverato in prognosi riservata.

Sul luogo dell’incidente sono giunti anche gli agenti della polizia municipale, i quali si sono occupati della gestione del traffico e del rilevamento dei dettagli utili a ricostruire la dinamica dell’accaduto. Si pensa che Francesco abbia perso il controllo del veicolo, ma non è escluso che a squilibrarlo sia stata una manovra azzardata di un automobilista.

Quello di Francesco è solo l’ultimo di una serie di incidenti che hanno funestato l’inizio dell’estate, martedì scorso lo scontro tra una vettura ed una moto all’interno della galleria nei pressi de L’Isola delle Femmine (sul tratto autostradale Mazzara del Vallo-Palermo) ha causato la morte di Nunzia Iacono (una ragazza di 30 anni). Il mese scorso un altro giovanissimo centauro (16 anni) aveva perso la vita nel centro di Palermo cadendo dalla sua Yamaha R1 125.

F.S.