Valentina muore nell’auto in fiamme

Valentina Costa
Valentina Costa (Websource)

“E da questo inferno non uscirai viva… il vento alimenta le fiamme e non ci sarà onda che arriverà a spegnerle… trova il punto più alto… guarda il mare e butta via tutto il male che ti hanno donato”. Fa venire i brividi leggere quanto aveva scritto Valentina Costa, 35 anni, solo pochi giorni prima di morire in modo atroce, intrappolata nella sua auto in fiamme e senza via di fuga. La giovane donna di Bagnolo del Salento si stava recando come ogni giorno al lavoro a bordo della sua Renault Clio quando, per motivi ancora da chiarire, è andata a sbattere contro un’altra auto. La sua macchina ha immediatamente preso fuoco e solo l’autopsia potrà chiarire se Valentina è morta sul colpo nell’impatto o se è morta in seguito all’incendio che si è sviluppato. Quando i vigili del fuoco hanno finito di spegnere le fiamme della Clio di Valentina non era praticamente rimasto più nulla.

La donna è ricordata da tutti come una persona solare e una lavoratrice infaticabile. La 35enne lavorava in un’azienda per la coltivazione delle barbatelle, ma spesso quando staccava da quel lavoro faceva altri lavoretti per provare ad arrotondare. “Era amica di tutti – la descrivono amici e conoscenti – una donna solare, una persona buona che si prodigava per gli altri”. Valentina lascia nella disperazione e nel dolore il padre bidello in pensione, la madre casalinga e due fratelli.

“Di te – si legge in un post su Facebook – ricorderemo la tua gentilezza, la tua simpatia ma soprattutto il tuo sorriso che mai nessuno spegnerà! E rimarrà indelebile nei nostri cuori riposa in pace Angelo”.

F.B.