Donna disabile torturata e uccisa in modo atroce

(Mirror)

Dove possono portare l’ignoranza, la violenza e una cultura a dir poco medievale basata sulla giustizia sommaria da strada, quello dell’occhio per occhio? La risposta arriva da questa notizia che giunge dall’India dove una donna di 42 anni affetta da disabilità mentale è stata sbeffeggiata, legata, torturata e poi uccisa di botte da un intero villaggio che aveva creduto ad una voce, totalmente infondata, che sosteneva che la donna fosse una rapitrice di bambini e che avesse in particolare tentato di rapire una bimba di 10 anni.

La 42enne è stata immobilizzata con alcune corde in un trattore, la folla intorno urlava di gioia all’idea del linciaggio. Poi le sono stati rasati completamente i capelli. Poi è iniziato il pestaggio vero e proprio. Tutti hanno contribuito in una furia omicida da brividi e si sono fermati solo quando erano sicuri che la donna fosse morta. Il pestaggio è durato oltre tre ore nelle quali nessuno è intervenuto in difesa della vittima. La polizia è poi arrivata con tutta calma dopo, ma la donna era già morta in seguito alle gravissime ferite riportate.

Purtroppo non è la prima volta che accade una cosa del genere in India e ci tocca ancora sottolineare come un Paese che per certi versi vuole mostrarsi evoluto e all’avanguardia sia in realtà ancora così arretrato.

F.B.