Corea, Trump sfida la Cina: “Pronto ad agire da solo”

Trump
(Olivier Douliery-Pool/Getty Images)

Stamattina la Corea del Nord ha lanciato l’ennesimo missile intercontinentale, una testata  che sarebbe capace di raggiungere gli Stati Uniti.  Il missile è stato sparato nei pressi dell’aeroporto di Panghyon e ha volato per 27 minuti prima di atterrare nel mare del Giappone. Trump ha reagito così su Twitter: “Questo tipo non ha niente di meglio da fare nella sua vita? E’ difficile credere che Corea del Sud e Giappone tollerino questa situazione a lungo. Forse la Cina prenderà provvedimenti seri e metterà fine a questa sciocchezza una volta per tutte!”.

Solo pochi minuti prima della notizia dell’ennesimo test missilistico, il presidente Trump aveva parlato della questione coreana proprio con il leader cinese. Secondo il New York Times infatti Trump avrebbe avuto una telefonata molto tesa con  Xi Jinping nella quale il presidente americano avrebbe ripetuto tutta la sua frustrazione per «la minaccia crescente di Pyongyang» e si sarebbe mostrato molto spazientito nei confronti di Pechino tanto da dirsi pronto ad agire da solo nei confronti della Corea del Nord.

Più che di una reale ipotesi secondo molti osservatori si tratta di una forzatura della situazione soprattutto in vista dell’imminente G20 dove l’argomento principale dei leader mondiali sarà proprio il programma nucleare militare di Pyongyang.

TUTTE LE NEWS DI OGGI

F.B.