L’incidente è drammatico: ora i suoi genitori chiedono giustizia

(ritaglio video)

A soli cinque anni è vittima di un incidente stradale e ora dovrà convivere con una menomazione grave per tutta la sua vita: è la storia di Irina, una bambina romena, la quale ha perso una mano in seguito a un sinistro, che è avvenuto il 24 giugno scorso sulla statale 7 Laterza-Castellaneta. A provocare l’incidente è stato un automobilista, che si è poi allontanato velocemente e non ha prestato soccorso alla piccola. Ora i suoi genitori vogliono giustizia e si sono rivolti allo Studio 3A, una società specializzata a livello nazionale che si occupa di responsabilità nei sinistri e tutela i diritti dei cittadini.

I genitori di Irina, che viaggiava con la sua famiglia – il padre 31enne, bracciante agricolo, alla guida del mezzo, sua mamma e il suo fratellino di 10 anni –  a bordo di una Opel Tigra, tamponata a quanto sembra da una Mercedes, che tentava un sorpasso azzardato, hanno lanciato un appello affinché venga rintracciato il pirata della strada. Dopo il terribile urto, l’Opel con a bordo la famiglia andò fuori strada ribaltandosi più volte, mentre la Mercedes proseguì la sua folle corsa, colpendo di striscio dei veicoli fermi in sosta. Nessun componente del nucleo familiare ha subito lesioni gravi, a parte Irina, che ha invece riportato l’amputazione della mano sinistra e importanti traumi alla testa.

La piccola è stata trasportata all’ospedale di Castellaneta e poi trasferita al Policlinico di Bari, quindi sottoposta a intervento chirurgico. Adesso è fuori pericolo anche se si trova in ospedale e deve convivere con gravi lesioni permanenti e invalidanti, a cominciare dalla mano che non ha più. Il rischio per il pirata della strada è quello di essere arrestato per lesioni stradali gravissime e omissione di soccorso.

TUTTE LE NEWS DI OGGI

GM