Lutto in Vaticano: morto lo storico portavoce di Papa Wojtyla

Joaquin Navarro-Valls (Franco Origlia/Getty Images)

Si è spento oggi all’età di ottant’anni Joaquín Navarro-Valls, giornalista e medico spagnolo, storico direttore della Sala Stampa della Santa Sede dal 1984 al 2006. In quegli anni, infatti, il giornalista – sempre presente al fianco di Papa Giovanni Paolo II – divenne una delle figure più note del lungo Pontificato di Wojtyla. Diede le dimissioni l’11 luglio 2006 e al suo posto Papa Benedetto XVI ha nominato come suo successore il presbitero gesuita Federico Lombardi, in carica fino allo scorso anno. È stato sia corrispondente per Nuestro Tiempo, sia inviato estero per il quotidiano di Madrid ABC, divenendo membro del consiglio d’amministrazione nel 1979 e successivamente presidente dell’Associazione stampa estera in Italia, prima dell’approdo in Vaticano.

Grazie al suo ruolo di prestigio di direttore della Sala Stampa Vaticana, Joaquín Navarro-Valls ha presenziato alle conferenze internazionali delle Nazioni Unite al Cairo nel 1994, a Copenaghen nel 1995, a Pechino nello stesso anno, e ad Istanbul nel 1996 in qualità di membro della delegazione della Santa Sede. Divenne una figura altamente simbolica soprattutto negli ultimi sei mesi del Pontificato di Papa Giovanni Paolo II, quando spettò a lui aggiornare il mondo sulle precarie condizioni di salute del Vescovo di Roma. Navarro-Valls è stato anche un membro laico della prelatura cattolica dell’Opus Dei, un impegno che lo ha portato a fare voto di castità e a vivere nel celibato. Negli ultimi anni della sua vita, due Atenei italiani e diverse università sparse in tutto il mondo gli hanno concesso la laurea honoris causa in Scienze della Comunicazione, Giurisprudenza, Lettere Umane e Scienze.

TUTTE LE NEWS DI OGGI

GM