“Mi butto”. Ma il pompiere eroe lo spiazza con un gesto a sorpresa – VIDEO

(Websource / Mirror)

Un momento di profonda disperazione, la sensazione che tutto sia irrimediabilmente perduto, che non valga più la pena di andare avanti. Quindi la scelta di togliersi la vita buttandosi da una finestra al 12° piano. Protagonista di questo gesto estremo un ragazzino cinese le cui generalità non sono state rese note per ovvie ragioni di privacy. Le drammatiche immagini che vi proponiamo, registrate in presa diretta da un telefono cellulare, mostrano lo studente in procinto di lanciarsi da un’apertura del suo dormitorio scolastico a Wuhu, nella provincia cinese orientale dell’Anhui. Per fortuna, il pronto intervento di un coraggioso vigile del fuoco lo ha fatto desistere dalle sue intenzioni suicide, anche se in modo un poco “irrituale”, e la scena non è finita in tragedia.

Secondo quanto appurato finora dalle autorità locali, il giovane aspirante suicida era reduce da un’accesa discussione con i suoi genitori – non è dato sapere riguardo a cosa – che lo aveva particolarmente “stressato”. Gli operatori dei servizi di emergenza hanno collocato a terra un materasso gonfiabile, al fine di attutire l’eventuale violentissimo impatto con l’asfalto, ma si sono concentrati soprattutto sulle tecniche di “persuasione” nei confronti dello studente, nel timore che lanciandosi da una simile altezza non sarebbe comunque sopravvissuto. Ecco dunque il pompiere “salvatore” che si prepara a scendere da 13° piano dell’edificio, legato alla vita e alle spalle da una serie di corde di sicurezza, verso la soglia da cui il Nostro si sporge pericolosamente, per poi sorprenderlo con un energico calcio – sì, avete letto bene – che lo ricaccia all’interno dell’edificio. Dopo di che il giovane viene letteralmente “catturato” dalle autorità e posto in salvo. Le indagini sul’accaduto sono ancora in corso.

EDS