“Miracolo” alla stazione di servizio: la bimba investita da una BMW stupisce tutti – VIDEO

(Websource / Mirror)

Sopravvissuta per miracolo dopo essere stata travolta da una BMW a una stazione di rifornimento. Protagonista della singolare disavventura, fortunatamente con un lieto fine, una bambina di soli sei anni, Amanda Fahrunisa, sfuggita per un istante al controllo dei suoi genitori. I quali, reduci da questa terribile “lezione” sulla loro pelle, chiedono ora alle autorità che sia imposto il divieto ai minori di stazionare e giocare nelle aree di servizio. L'”incidente”, ripreso da una telecamera di sicurezza, è avvenuto lo scorso martedì a Giava Occidentale, in Indonesia. Amanda era seduta sul sellino posteriore di uno scooter con i suoi genitori e la sorella maggiore. Eccola mentre scende e si accovaccia a terra, apparentemente intenta a giocare, mentre i suoi genitori fanno il pieno e si allontanano di qualche passo. Proprio in quel momento la BMW color argento comincia a muoversi, senza che il suo conducente si accorga di quella bimba in mezzo al passo. E così, la macchina la investe e tira dritto…

Nel filmato che vi proponiamo si vede anche la madre della “vittima” (in abito blu) che, accortasi di quanto accaduto e in preda al panico, si sbraccia e batte i pugni sulla carrozzeria della BMW, nel disperato tentativo di salvare sua figlia. Il “bestione” dopo un po’ si ferma ed ecco che – incredibilmente – la piccola Amanda è sopravvissuta, cavandosela “solo” con una frattura alla gamba destra e una serie di tagli e contusioni. Portata subito in ospedale per tutti gli accertamenti del caso, la piccola è stata dimessa poco dopo. Suo padre, Sri Wahyuni, ha poi spiegato che “il conducente della BMW è disposto a prendersi la responsabilità dell’incidente, per cui tutto si è risolto. Ci ha chiesto scusa e si è detto disponibile a pagare le spese delle cure mediche cui Amanda dovrà sottoporsi per rimettersi in sesto. Ha giurato che si è trattato di un tragico incidente avvenuto per pura fatalità”. “Ancora non è venuto a trovare Amanda – ha aggiunto Wahyuni – , noi siamo tutti sotto choc…”. L’ispettore di Polizia Yuldi Yusman ha intanto fatto sapere che sul “caso” è stata aperta un’indagine e che lui e i suoi colleghi stanno studiando le immagini registrate dalle telecamere a circuito chiuso e hanno già interrogato una serie di testimoni.

EDS