Bambina di 4 anni ha confuso i medici con la sua malattia – FOTO

Websource: Tribun Jatim

La piccola Ahana Afzal, bambina residente a Hyderabad (India) di 4 anni, ha cominciato a sanguinare dal naso all’età di un anno: la neonata aveva contratto una polmonite ed i medici avevano detto ai genitori che quella perdita di sangue era causata dalla febbre alta. Qualche tempo dopo le perdite di sangue sono aumentate e le fuoriuscite non si limitavano più al naso, ma si erano diffuse agli occhi e alle orecchie.

I genitori, spaventati che la figlia stesse per morire, l’hanno portata da diversi specialisti per fare delle analisi approfondite, ma tutt’ora i medici non sono sicuri di quale possa essere la malattia che comporta questa perdita di sangue giornaliera. L’ipotesi più probabile è che Ahana sia affetta da una rara malattia genetica conosciuta come ematoidrosi, una patologia che porta i malati a sudare sangue.

Intervistata dal quotidiano britannico ‘The sun’, la madre della bambina, Nazima, ha confessato che la figlia le chiede ogni giorno il perché di questa sofferenza e che lei non sa cosa risponderle, dato che nemmeno i medici sono sicuri delle cause di questa condizione. Quindi ha aggiunto: “L’unica cosa che sappiamo è che lei sanguina sempre, che il suo livello di emoglobina scende drasticamente e ci costringe a farle delle trasfusioni”.

Il padre di Ahana, Mohammed, ha spiegato che i primi medici gli avevano detto di non preoccuparsi, ma dopo aver visto che il sanguinamento della figlia era aumentato, si sono visti costretti a rivolgersi a delle strutture mediche adeguate. Questo ha comportato una spesa totale di quasi 2000 euro in analisi, una cifra enorme per una famiglia il cui introito è di 100 euro circa al mese.

Mohammed dice, inoltre, che le spese affrontate non sono state sufficienti ad accertare le cause di questo fenomeno e aggiunge: “I dottori ci hanno detto che servono altri 2000 euro per ulteriori analisi. Con queste potranno accertare che si tratta di un caso di stigmate. Io però non so come racimolare la cifra”.

F.S.