L’accusa al processo: “Bossetti? Non vuole perdere Marita”

Marita Comi (ritaglio video)

Si è aperto venerdì mattina il processo d’Appello che vede imputato Massimo Bossetti, il muratore di Mapello condannato in primo grado all’ergastolo per l’omicidio della giovane Yara Gambirasio. Nella prima udienza, il sostituto Pg di Brescia, Marco Martani, ha chiesto di confermare la condanna all’ergastolo per l’uomo. Il capo dell’accusa nel processo d’Appello, secondo quanto riporta il settimanale ‘Giallo’, è convinto della colpevolezza del muratore di Mapello e afferma: “Massimo Bossetti è colpevole, ma non confesserà mai per non perdere la moglie e i suoi figli”.

Nei giorni scorsi, in un’intervista, l’avvocato di Massimo Bossetti, Claudio Salvagni si è soffermato sulla cosiddetta super perizia sul Dna richiesta da lui e dal suo collega Paolo Camporini, dicendo che il materiale a disposizione per farla sarebbe finito: “Questo lo dice un consulente dell’accusa, il professore Casari. ‘Ho ancora i campioni conservati nei frigoriferi’, lo ha detto un consulente dell’accusa. Il punto è che sono state consumate le due tracce migliori ma ci sono comunque altre tracce”. Mario Martani ribatte spiegando di non essere contrario a una nuova perizia: “Deciderà la Corte, ma se non fosse possibile farla perché il materiale genetico è finito, non sarebbe uno scandalo. Anzi, significherebbe che sono stati fatti numerosi test per identificare Ignoto1 senza fare errori”.

Sin dalla vigilia del processo d’Appello, l’attenzione si è concentrata su quelle che saranno le mosse della difesa dell’uomo. In particolare si parla di una foto satellitare del campo di Chignolo d’Isola datata 24 gennaio 2011, che mostrerebbe l’assenza del corpo di Yara Gambirasio in quel campo. Per l’accusa, quella foto ha poco valore in quanto troppo sgranata e per questo poco attendibile, quindi ha fatto notare che diverse perizie contraddicono la difesa di Massimo Bossetti, sottolineando come il cadavere della ragazzina sarebbe stato abbandonato in quel campo e mai spostato, e a confermarlo ci sarebbe la presenza di terriccio sopra di lei e dentro le ferite.

TUTTE LE NEWS DI OGGI

GM