Il tumore gli “mangia” metà volto: ecco la soluzione geniale per ricostruirlo

(Websource / Daily Mail)

Ha perso metà del suo volto a causa di un cancro, ma grazie all’aiuto di un ingegnoso chirurgo la sua faccia è stata ricostruita. A Tim McGrath, 38 anni, è stato diagnosticato nel 2014 il “sarcoma sinoviale”, una forma estremamente rara di cancro del tessuto molle che lo ha lasciato con un tumore grosso come un pompelmo sul volto. I medici sono riusciti a tagliare il tumore, ma il suo corpo ha risposto con una crisi di rigetto a tutti i tentativi di ricostruire la parte mancante del viso.

Dopo un anno con la carne del volto scoperta, il chirurgo Kongkrit Chaiyasate, venuto a conoscenza della situazione di Tim, ha accettato di aiutarlo. Usando la pelle della gamba e dell’avambraccio, il geniale medico è riuscito a ricostruirgli con successo la faccia. Tim, proveniente dal Michigan, negli Stati Uniti, sta ora godendo di ogni occasione che gli è data, nonostante il lavoro di ricostruzione sia ancora in corso.

“Ci sono persone che mi fissano, soprattutto bambini che non capiscono, ma spero che altri riescano a guardare oltre quello che possono vedere con i loro occhi – dice il diretto interessato – . Il mio viaggio è stato lungo e inconcepibile per la maggior parte delle persone, ma ho un incredibile gruppo di amici attorno a me e traggo da loro la forza ogni giorno”. “Non posso ancora bere liquidi, mangiare con la mia bocca, pronunciare certe parole. Ma la qualità della mia vita è migliorata infinitamente”, precisa, e conclude con una riflessione preziosa per tutti noi: “Quel che ho passato è orribile. Ma se è servito anche solo a far pensare tutti coloro che danno per scontata la propria ‘normalità’ e si dannano per cose inutili, allora ne è valsa la pena”.

EDS