United Airlines: il dottor Dao rischia danni cerebrali permanenti

Websource/Insider Louisville

Lo scorso aprile la compagnia aerea United Airlines era finita nella bufera dopo che alcuni passeggeri avevano condiviso dei video in cui degli uomini della sicurezza malmenavano un uomo di origine asiatica. In seguito ai video si è scoperto che l’uomo picchiato e portato fuori dall’aereo, non solo non aveva commesso alcuna infrazione, ma aveva regolarmente pagato il suo biglietto: quel giorno la United aveva bisogno di tre posti liberi per fare aggiungere ai passeggeri dei membri del crew. Per invogliare i passeggeri a liberare i posti hanno, quindi, offerto loro un rimborso spese di 800 dollari ed una notte pagata in albergo. Ciò nonostante  non hanno trovato sufficienti volontari disposti a partire il giorno dopo. Fallite le trattative gli agenti hanno forzato il Dottor Dao a lasciare il suo posto, non tralasciando di utilizzare la violenza.

Dopo quella incredibile vicenda, la United Airlines ha passato dei mesi da incubo in cui si sono presentati nuovi casi di maltrattamenti (ad una donna anziana è stato impedito di utilizzare il bagno in un volo dagli States all’Australia) a cui si aggiunge l’incresciosa vicenda in cui uno steward ha mosso un’accusa di pedofilia ai danni di un uomo che viaggiava con suo figlio. Dopo mesi di silenzio sembrava che tutto fosse tornato alla normalità, i dirigenti della compagnia avevano varano delle nuove linee guida per i crew e non si erano presentati ulteriori casi di disagi. Oggi, però, il ‘Daily Mail’ ha pubblicato un intervista al Dr.Dao, in cui il medico afferma di temere di aver subito danni permanenti al cervello dopo il pestaggio di quel giorno: “Non riesco a concentrarmi o a dormire bene. Ho bisogno di ulteriore tempo per recuperare, devo subire un operazione al naso, ma sopratutto temo che il mio cervello sia definitivamente danneggiato”.

Ciò nonostante, nell’intervista il medico dice di essere disposto a viaggiare nuovamente con la United Airlines per verificare che abbiano veramente apportato le modifiche di cui hanno parlato i media. Interrogati sulla vicenda, i dirigenti della compagnia aerea hanno ribadito le loro scuse al medico, quindi hanno aggiunto: “Questa orribile situazione ci ha dato un duro insegnamento che abbiamo intenzione di mettere in atto subito, con azioni concrete. Ci siamo impegnati con i nostri clienti e dipendenti che avremmo riparato ciò che si era rotto, affinché nulla del genere si possa verificare nuovamente”.

F.S.