Sub (OLIVIER MORIN/AFP/Getty Images)

Tragedia in Scozia, dove una donna di 36 anni è morta durante un’immersione subacquea in una cava in disuso. Kelda Henderson stava effettuando l’immersione alla cava di Prestonhill, a Inverkeithing, con degli amici quando non è riuscita a riemergere. Un compagno d’immersione ha tentato disperatamente di trovarla sul fondo della cava, profonda 10 metri, ma non è riuscito a raggiungerla. Kelda, madre di un figlio, lavorava come insegnante di teatro all’esclusiva George Heriot’s School di Edinburgo, il cui personale – ma anche gli studenti – è rimasto sotto shock alla notizia della sua scomparsa. Il preside Cameron Wyllie ha ricordato così l’insegnante: “La signora Henderson era una persona incredibilmente talentuosa, compassionevole e vivace che amava insegnare teatro. E’ stata fonte d’ispirazione per numerosi giovani nel corso degli anni, qui a scuola tutti noi siamo sconvolti”. Il corpo della signora Henderson è stato recuperato dalla polizia ieri mattina, dopo che l’allarme era stato dato dai suoi amici intorno alle 22.00 di domenica sera. Da tempo la cava di Prestonhill è considerato un posto pericoloso, tanto che le autorità locali tra il 2014 e il 2015 hanno fatto costruire delle recinzioni per bloccare l’accesso. Recinzioni che tuttavia sono state nel corso degli anni vandalizzate dai giovani del luogo.

S.L.

TUTTE LE NEWS DI OGGI