Vedova da 2 mesi, si consola tra le braccia del cognato

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:57
Websource/Blasting News

A distanza di soli due mesi da quando il marito è morto, dopo una brusca lite dovuta al troppo lavoro che lui svolgeva, Ashley ha trovato nuovamente l’amore e si è fidanzata con il cognato. La giovane vedova ha perso il marito lo scorso 16 maggio: i due coniugi avevano discusso animatamente la sera prima poiché Mike aveva fatto un estenuante turno di 16 ore a lavoro per permettere a tutta la famiglia di andare in vacanza a Praga.

Ashley ricorda quel momento con un velo di tristezza e con sommo rimpianto: “Avrebbe lavorato 16 ore al giorno, sette giorni la settimana per guadagnare abbastanza da portarci ogni anno a Disney. Avrebbe fatto di tutto per vederci sorridere. Ma stava lavorando troppo.Era così esausto ogni giorno si stava facendo del male, la sua salute peggiorava a vista d’occhio”.

Quella sera, quindi, Ashley disse a Mike che doveva smetterla di farsi del male per permettere alla famiglia di andare in vacanza e che doveva pensare alla sua salute, ad essere presente in casa. Ma Mike desiderava regalare ai figli tutti i divertimenti di cui non aveva potuto godere in gioventù e non voleva che la moglie gli impedisse di rendere felici i propri figli.

Dopo l’alterco Mike andò a dormire sul sofà, ma quando la mattina dopo la moglie è andata a svegliarlo per fare pace, l’uomo era già morto. Di quel terrificante momento Ashley ricorda l’angoscia ed il dolore: “Non riuscivo a smettere di gridare e ripetere che Mike era morto”. Quel dolore atroce l’ha avvicinata al fratello di Mike, Chris, i due si sono fatti forza a vicenda, hanno trovato una complicità che non avrebbero mai pensato di trovare ed ora si sono fidanzati.

La donna è a conoscenza del fatto che qualcuno potrebbe pensare male di questa unione e ci tiene a precisare che non dimenticherà mai il marito e che nessuno mai lo potrà sostituire: “Era il mio re”. Ma la perdita del marito le ha fatto capire che da un momento all’altro possiamo sparire e che non c’è motivo di punirsi severamente: “Perdere Mickey ha cambiato totalmente la mia percezione della vita. Il tempo a disposizione è troppo poco per rimanere arrabbiati e ogni momento utile va speso per stare con la famiglia”.

Websource/Facebook
Websource/Mirror.co.uk

F.S.