Vesuvio, gatti cosparsi di benzina per dare fuoco

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:27

Il Vesuvio brucia. Il fumo nero, denso e irrespirabile che ha avvolto la città di Napoli nella giornata di ieri, spaventa ancora gli abitanti che vivono nelle zone limitrofe. Un incendio arrivato addirittura in Irpinia e nel beneventano. Un vero e proprio esercito si è schierato fino a notte fonda a protezione della discarica di Novelle Castelluccio per intervenire con immediatezza in caso di fiamme troppo vicine. Insomma, ore di dramma. L’incendio è doloso, è stato immediatamente appurato dai carabinieri forestali che hanno individuato otto inneschi differenti, tutti partiti nello stesso momento, tutti in zone impervie, irraggiungibili. Chi ha dato fuoco al Vesuvio ha deciso di rendere impossibile lo spegnimento. Addirittura, chi ha dato il via al fuoco ha utilizzato animali, probabilmente gatti, vittime da sacrificare: sono stati cosparsi di benzina, dati alle fiamme e nelle loro disperata e inutile fuga hanno raggiunto la boscaglia più fitta dov’è impossibile intervenire con rapidità quando scoppia un incendio.

M.O.

TUTTE LE NEWS DI OGGI