Lo lascia con la figlia e lui fa qualcosa di assurdo

Websource/Thesun.co.uk

Una giovane madre ha lanciato una appello sulle pagine dei media inglesi affinché l’uomo che ha aggredito la figlia venga rimesso in carcere. Rebecca McGuirk torna a parlare dell’accaduto a distanza di due anni dicendo che la figlia (che all’epoca dei fatti non aveva fatto ancora 2 anni), dopo l’aggressione subita, non è più la stessa e fatica a costruire rapporti con le persone che non conosce.

Nel 2015 Rebecca ha conosciuto Dominic James Latham sul sito d’incontri ‘Plenty of Fish’ e dopo tre uscite ha deciso di fargli conoscere la piccola Amelia Grace. Entrato in casa, l’uomo è rimasto da solo con la bambina per dieci minuti, il tempo necessario a Rebecca per truccarsi, ed in quel lasso di tempo le ha morso una guancia e creato lividi sul torso e sul braccio.

In un primo momento la donna non si è accorta di nulla, Amelia era tranquilla e i segni di violenza non erano ancora visibili. Il giorno dopo, però, la donna ha visto i lividi che l’uomo le aveva causato. Furiosa per quanto accaduto, Rebecca ha denunciato Latham alle autorità e l’uomo è stato arrestato per aggressione a minore.

Durante questi due anni Latham ha sempre negato di aver fatto male da Amelia Grace, ma il lividi sul corpo della bambina palesavano una aggressione e gli esami hanno confermato che a causarli era stato proprio lui. L’uomo è stato condannato a 16 mesi di prigione, è stato sospeso dall’attività lavorativa per due anni e sarà costretto ad affrontare 30 giorni di riabilitazione una volta scontata la pena.

Terminata la condanna l’uomo tornerà a piede libero, ma Rebecca non è d’accordo con la sentenza e sta cercando di ottenere una pena più dura facendo ricorso in appello. La determinazione della donna è dovuta alle conseguenze a lungo termine dell’aggressione subita dalla figlia, come spiega sulle pagine del ‘Manchester Evening News’: “Dopo quanto accaduto, si è chiusa nella sua bolla, è terrorizzata dalle persone. Ed anche se ora comincia a riprendersi, prova ancora paura, sopratutto degli uomini”.

F.S.