Le Hawaii si preparano a un attacco nucleare di Kim Jong-un

Websource/Archivio

Alle Hawaii le lancette del tempo sono tornate a 40 anni fa: in un clima “da guerra fredda”, pur con tutte le differenze del caso, ci si sta preparando a un attacco nucleare da parte della Corea del Nord. Un missile balistico intercontinentale di Pyongyang concederebbe ai residenti delle isole statunitensi nel mezzo del Pacifico al massimo 15 minuti di preavviso. I funzionari statali delle isole Hawaii hanno lanciato una campagna di sensibilizzazione per i cittadini per far fronte alle conseguenze di un’eventuale esplosione.

Come riportano i colleghi dell’Honolulu Star-Advertiser, il consiglio è sempre quello di recarsi in un luogo sicuro. A partire dal prossimo novembre, poi, avrà inizio una serie di test che saranno condotti ogni primo giorno lavorativo del mese con l’utilizzo di una nuova sirena di emergenza. “Non vogliamo provocare inutili stress per la popolazione, ma abbiamo il dovere di fronteggiare tutti i pericoli”, spiega il direttore dell’agenzia di gestione delle emergenze della Hawaii, secondo cui l’attuale valutazione delle minacce è “bassa”.

Alla luce dei suoi ultimi test, l’arsenale della Corea del Nord ha solo un missile capace di raggiungere l’Alaska o le Hawaii con una singola testa di combustione nucleare, ma la tecnologia è ancora completamente inaffidabile. Gli esperti americani temono tuttavia che, tempo un anno o due, il regime di Pyongyang possa rappresentare una minaccia concreta per la West Coast statunitense. La notizia non rallegra certo le agenzie turistiche, che giudicano la probabilità di un attacco come “molto remota” e ai cui occhi, di conseguenza, la nuova campagna è fin troppo allarmista.

TUTTE LE NEWS DI OGGI

EDS