Dramma nel Foggiano: 2 schianti mortali a distanza ravvicinata – VIDEO

(Websource / archivio)

Due drammatici incidenti nel Foggiano a distanza di poche ore. Nel primo pomeriggio un centauro alla guida di una moto Suzuki è morto sul colpo dopo aver perso il controllo del mezzo a due ruote e essersi schiantato contro un segnale stradale sulla Sp 115 per Troia, a 6 km da Foggia, terminando la sua corsa fuori della carreggiata. Le cause del sinistro sono ancora in corso d’accertamento. Si chiamava Marco Grosso, classe 1970, e per lui non c’è stato purtroppo nulla da fare. Sul posto sono intervenuti gli agenti della Polizia, tuttora impegnati nelle indagini volte a stabilire eventuali responsabilità di terzi e la corretta dinamica dell’accaduto.

Come accennato, è il secondo incidente mortale in appena due giorni. Ieri sulla Statale 90 in località Taverna (a Montaguto) ha infatti perso la vita un altro centauro 28enne, Antonio Narducci, sempre di Troia. Il giovane si stava dirigendo a Buonalbergo (in provincia di Benevento) quando ha perso il controllo della sua moto schiantandosi violentemente sull’asfalto. La tragedia si è consumata in tarda mattinata: secondo le prime ricostruzioni, Narducci in sella alla sua Kawasaki stava percorrendo con altri centauri la strada che conduce a Buonalbergo quando sarebbe stato colto da un improvviso malore. Sul posto sono giunti, oltre ai Carabinieri, i medici del 118 e personale medico proveniente dai comuni limitrofi, ma ogni tentativo di rianimare il giovane è stato vano: non hanno potuto che constatarne il decesso.

(Websource / archivio)

EDS