Pauroso incidente sulla SS 106: grave un bimbo di pochi mesi

(immagine di repertorio)

Ancora un drammatico incidente sulla statale 106 tra Cirò Marina e Torretta di Crucoli, nel crotonese: il più grave dei feriti ha quattro mesi soltanto ed è in prognosi riservata. Sei in tutto le persone che hanno riportato ferite di varia entità nello schianto, avvenuto la scorsa notte su una strada troppo spesso oggetto di polemiche. In base a quanto accertato, due auto, per cause in corso di accertamento, si sono scontrate frontalmente. I mezzi coinvolti sono un’Audi A4, che andava verso nord e aveva a bordo quattro persone, e una Volkswagen Golf, con due persone all’interno, che andava in direzione opposta.

Gravi le conseguenze per due dei passeggeri della Audi, il piccolo di quattro mesi e suo nonno, entrambi ricoverati con prognosi riservata. Per il bambino si è reso necessario addirittura il trasporto in elisoccorso all’ospedale Santobono di Napoli, mentre il nonno si trova ricoverato presso l’ospedale di Crotone. Negativo per entrambi i conducenti il test per alcol e droga. Sul luogo del terribile sinistro, che se segue di qualche ora quello avvenuto sullo stesso tratto della strada statale 106, in territorio di Cirò Marina, con un ferito in prognosi riservata, sono intervenuti i medici del Suem 118.

Un mese fa sulla statale 106 si era consumato l’ennesimo incidente mortale: a perdere la vita era stato Lorenzo Simeri, 40 anni. Il drammatico incidente era avvenuto tra i comuni di Corigliano Calabro e di Rossano, all’altezza di contrada Insiti. Un furgone, per cause in corso di accertamento, si era violentemente scontrato con una Audi A4. L’auto era guidata da Simeri, meccanico del posto, deceduto sul colpo. La fidanzata 27enne era stata invece trasportata, in gravi condizioni, con l’elisoccorso, all’ospedale Annunziata di Cosenza. Ferite, anche se solo lievemente, le due persone che erano a bordo del furgone, che trasportava frutta e ortaggi.

 

GM