“Tienimi la mano”: le ultime strazianti parole del papà morto annegato

(Websource / Mirror)

“Tienimi la mano”. Sono queste le ultime parole pronunciate da Simon Pearson prima di morire annegato nel disperato tentativo di salvare la figlia di 10 anni dalla furia delle onde. A riferirlo è stato sua moglie Emma in una commovente lettera nella quale lo ricorda come un uomo “buono, generoso e affettuoso che sarà impossibile dimenticare”. Il coraggioso papà e manager britannico ha esaurito tutte le sue forze per tenere a galla la piccola Lily abbastanza a lungo da poter essere salvata dai soccorritori. Si è spento così, in un ultimo estremo gesto d’amore, a soli 47 anni. Ogni tentativo di rianimarlo è stato purtroppo inutile.

Della tragica vicenda abbiamo già parlato qualche giorno fa. Pearson stava nuotando con sua figlia e con suo suocero, Anthony McGregor al Lido Bosco Verde in Ostuni, dove stava trascorrendo le vacanze con la sua famiglia, quando la situazione in mare è diventata improvvisamente “critica”. A onor del vero due giorni prima del drammatico incidente c’era stata una tempesta, e il giorno prima era stato diramato un avviso a non entrare in acqua. Emma ricorda però che il 18 luglio non era stato lanciato alcun “allarme” e che il mare sembrava “tranquillo”. Ora non si dà pace: “Ho due bambini piccoli che hanno perso il padre – ha detto – . Siamo tutti traumatizzati. Mio marito ha lavorato tutta la vita per il benessere della sua famiglia e ora ha dato la sua vita per salvare nostra figlia”.

Il medico legale ha confermato che Pearson, amministratore delegato della società di costruzioni Jesmonite, era un “uomo sano” e un amministratore esperto. Lui e la sua famiglia conoscevano il resort nel quale soggiornavano da 15 anni e avevano una certa familiarità con quell’area. Purtroppo non è bastato a far fronte alla violenza imprevedibile del mare agitato, costata la vita a lui e a Martino Maggi, 49 anni, il dipendente che dipendente di un lido adiacente che ha disperatamente tentato di salvarlo.

TUTTE LE NEWS DI OGGI

EDS