Diciottenne fa un’escursione con gli amici ed accusa un malore

Websource/Archivio

Un gruppo di 25 scout si è riunito ieri per fare un’escursione a Collepino (provincia di Spello, Umbria) e scalare il monte Subasio, quando improvvisamente un ragazzo di 18 anni si è sentito male ed ha costretto i compagni ad una fermata improvvisa per soccorrerlo. I giovani scout hanno provato a rianimarlo con le tecniche di pronto soccorso e nel frattempo hanno chiamato il 118 affinché venisse portato d’urgenza all’ospedale.

Sul luogo si sono precipitati i vigili del fuoco e gli operatori del 118 che hanno provato a rianimare il ragazzo sul posto prima di metterlo sull’ambulanza per trasportarlo al vicino ospedale di Foligno. Purtroppo, però, il diciottenne è morto durante il trasporto ed i medici ne hanno dovuto dichiarare il decesso. Sul luogo dell’incidente si sono recate anche le forze dell’ordine per esaminare la scena ed interrogare i presenti sull’accaduto. Per il momento l’unica pista è quella dell’incidente, ma la giovane età del ragazzo lascia il dubbio che possa aver ingerito o assunto una sostanza che ne ha causato il decesso.

Secondo un primo esame fatto dai medici potrebbe essere stata la disidratazione a causare il malore del ragazzo. La polizia, nel frattempo, ha aperto un’indagine sull’accaduto ed ha fatto domanda al procuratore per ulteriori esami. E’ stato proprio il procuratore a disporre l’autopsia sul cadavere per verificare la causa della morte. A conclusione dell’esame il corpo del ragazzo verrà restituito ai familiari per i funerali.

F.S.