Sognava la felicità col partner, lui trasforma tutto in un incubo

(Websource/metro.co.uk)

Una donna ha parlato del turbolento rapporto avuto con l’ex compagno e delle gravi conseguenze a livello personale intercorse dopo la fine della stessa. Addirittura viene resa nota una feroce aggressione subita mentre lei teneva in braccio il loro bambino. Tegan Lowrey stringeva al proprio petto Jayden-Lee, il figlio di soli 10 mesi di vita avuto con Jordan Lowther, e questo per impedire al piccolo di non vedere quanto stava succedendo. L’auspicio di Tegan è che chiunque subisca violenze domestiche parli e renda partecipe il mondo della sua storia: “Qualcuno che amavo per tutto il cuore e per il quale avrei fatto qualunque cosa, mi ha fatto questo – afferma Tegan mostrando i lividi che ancora porta addosso – e pensare che Jordan era il mio migliore amico, il mio compagno. Non riuscivo a credere che potesse comportasi così con la madre di suo figlio”.

Non esiste tradimento peggiore

Il desiderio di questa ragazza era di poter trascorrere il primo Natale come una vera famiglia, nel 2015. Ma avvenne un violento alterco, nel quale l’uomo aggredì con estrema violenza la partner, picchiandola, sputandole in faccia, tirandole i capelli e mordendola alle gambe. Ma a far male di più a Tegan non sono state le lesioni subite nel corpo quanto quelle mentali ed all’orgoglio con le quali ancora convive: “Voglio lanciare un messaggio importante, rivolto in particolare a coloro che hanno figli e soffrono abusi in casa di qualsiasi tipo: non lasciate che qualcuno vi sottometta, fatelo per i vostri bambini ed anche per la vostra felicità. Reagire è possibile”. L’ex compagno di Tegan a giugno 2016 è stato condannato per lesioni domestiche e gli è stato imposto un ordine restrittivo della durata di 5 anni.

S.L.