La passeggiata in montagna si trasforma in un incubo tremendo

Margherita Nardone (Facebook)

Giornata con duplice tragedia sulle montagne italiane. Prima c’era stata la notizia proveniente dalla Val d’Aosta di un anziano morto per infarto durante una passeggiata con il nipote di 12 anni che poi si era perso nel tentativo di trovare un posto dal quale prendesse il cellulare. Ora arriva una notizia altrettanto tragica dalla provincia di Brescia. Margherita Nardone, 24 anni di Roma, stava facendo un’escursione insieme al fidanzato  lungo il sentiero tra il rifugio Maria e Franco e il Lissone a Saviore dell’Adamello. La ragazza, mentre attraversava la zona del Passo Ignaga, ha messo il piede in fallo sul sentiero bagnato ed è scivolata. Il fidanzato non ha quasi fatto in tempo ad accorgersi di quello che stava accadendo davanti ai suoi occhi che l’ha vista cadere e fare un volo di diversi metri nel vuoto.

In base alla prima ricostruzione fatta dal soccorso alpino pare che fosse in corso un temporale tanto che l’elicottero in un primo momento non è nemmeno riuscito ad avvicinarsi al luogo della tragedia. A chiamare i soccorsi è stato un altro escursionista che ha visto tutta la scena a pochi metri dai due ragazzi. Sul posto sono giunte  le squadre territoriali del Soccorso alpino, Stazioni di Media Valle, Breno ed Edolo e quando le condizioni meteo sono migliorare finalmente i soccorritori hanno raggiunto la povera Margherita ormai priva di vita.

F.B.