Non vedono la rotatoria: schianto atroce, muore una 23enne

(Websource)

Claudia Manes, 23 anni, italiana residente in Belgio si trovava in auto con altri due amici. I tre giovani stavano tornando da “Birra e sound” , un evento che si era svolto a Leverano in provincia di Lecce. A bordo della loro Volkswagen Up i tre stavano percorrendo la statale quando  a Santa Maria al Bagno, frazione di Nardò in Salento, nei pressi del villaggio Santa Rita, è accaduto qualcosa. Per motivi ancora da comprendere chi guidava l’auto non ha visto la rotatoria e è entrato a tutta velocità nell’aiuola centrale. L’auto dopo l’impatto si è ribaltata e ha preso fuoco. I vigili del fuoco del distaccamento di Gallipoli, giunti subito sul posto insieme al personale sanitario, hanno prima domato le fiamme e poi estratto i tre ragazzi rimasti imprigionati nell’abitacolo.

Per Claudia non c’è stato nulla da fare e i soccorritori non hanno potuto far niente se non constatarne il decesso. I due amici, uno di 20 anni e una 23enne come lei, sono stati trasportati d’urgenza all’ospedale Vito Fazzi di Lecce. I due, Antonio Russo di Borgo San Lorenzo in provincia di Firenze e  Agnese Manca di Nardò, non sono fortunatamente in pericolo di vita anche se la prognosi rimane ancora riservata.

Il pm di turno della procura della Repubblica di Lecce ha messo sotto sequestro l’auto sulla quale viaggiavano e ha disposto l’autopsia sul corpo della povera Claudia. Si cercheranno di comprendere le ragione dell’incidente che non ha coinvolto altri mezzi e che, per questo motivo, deve avere le motivazioni al suo interno. Quando è avvenuto lo schianto erano le 4 e mezza di notte. Si ipotizza quindi il colpo di sonno, ma anche la guida in stato di ebrezza. Nei prossimi giorni tutti i dubbi dovrebbero essere chiariti.

F.B.