Assurda tragedia per il 24enne Campione di nuoto

Tragedia nel mondo del nuoto italiano. Mattia Dall’Aglio, 24 anni, azzurro del nuoto alle Universiadi in Corea del Sud 2015, specialista di rana e stile libero, che aveva mollato nell’ultimo periodo lo sport a livello agonistico, è morto nella palestra dei Vigili del Fuoco di Modena, ieri pomeriggio, mentre si stava sottoponendo ad una seduta di pesi. Accompagnato dal tecnico Luciano Landi, aveva raggiunto la palestra nel primo pomeriggio di ieri e stava effettuando una seduta di pesi per lui consueta. All’improvviso, però, si è accasciato a terra privo di sensi. A nulla è servito l’immediato intervento del 118 e il tentativo di rianimarlo di un soccorritore accorso prontamente sul posto. Il magistrato ha disposto l’autopsia per accertare le cause della morte del giovane nuotatore. Era un ragazzo molto promettente a livello giovanile per quanto riguarda il nuoto e aveva vinto diverse gare, anche internazionali. Nel 2015 aveva conseguito la laurea e e aveva iniziato a lavorare da subito nella società Am. di Formigine come direttore marketing. Da lì lo sport era stato un po’ accantonato, ma Mattia ha sempre continuato ad allenarsi per coltivare la passione. Fino al malore fatale di ieri.

M.O.

TUTTE LE NEWS DI OGGI