Chiude i figli in macchina per punizione, poi la tragedia

(Websource / Metro)

Due bambini americani sono morti dopo essere stati lasciati dalla madre in un’automobile posta sotto al sole. E’ successo a Weatherford, nel nord del Texas, dove la donna, Cynthia Randolph, non si è dimenticata dei figli ma ha invece deliberatamente deciso di chiuderli in macchina per diverse ore come punizione. Gli esami effettuati dai medici sui cadaveri di Juliet (2 anni) e Cavanaugh Ramirez (1) hanno determinato che a causare la morte sia stato il caldo: quel giorno la temperatura esterna era di oltre 35° e di conseguenza quella interna all’auto è divenuta ben presto insopportabile per le due piccole vittime. Stando a quanto riportato dai media locali, la tragedia sarebbe nata da un iniziale rifiuto di scendere dalla macchina da parte di Juliet. Cynthia ha spiegato di averli dunque lasciati soli per dare loro una lezione, convinta che una volta sentito il caldo sarebbero usciti in autonomia. Si presume che la donna una volta rientrata in casa abbia fumato marijuana e che si sia addormentata per due o tre ore, non accorgendosi dunque del mancato ritorno dei suoi due figli. Tuttavia Cynthia, attualmente in custodia, ha cambiato più volte versione durante gli interrogatori, cercando in ogni modo di far apparire l’accaduto come un tragico incidente.

S.L.

TUTTE LE NEWS DI OGGI