Lorenza, volontaria, un male improvviso e la sua vita cambia per sempre

Aveva un problema al pancreas Lorenza Pedrini, cinquant’anni, per questo era ricoverata da alcuni giorni all’ospedale di Vigevano. Impegnata all’interno del gruppo della protezione civile di Robbio, Lorenza era molto legata all’anziana madre, ospite della casa di riposo di Ferrera.
Era una persona, Lorenza, disponbile e sempre disposta ad aiutare gli altri, secondo quanto dichiarato dai tanti volontari che l’avevano conosciuta.

“Lascia una grande vuoto in chi l’ha conosciuta. Era davvero una brava persona che dedicava la propria vita agli altri. Una morte così improvvisa ci rende tristi, il destino ci ha strappato troppo presto Lorenza”, così la ricordano alcuni colleghi di volontariato nella protezione civile di Robbio.
“Anche prima che sua madre venisse qui da noi Lorenza passava spesso a trovare gli anziani. Aveva sempre un sorriso ed una buona parola per i nostri anziani ospiti. Lorenza ci mancherà molto. Se n’è andata davvero all’improvviso, una scomparsa di cui non riusciamo ancora a capacitarci. La sua morte improvvisa ha scosso anche i parenti degli ospiti della casa di riposo che avevano conosciuto in questi anni Lorenza, in tutti ha lasciato un bel ricordo”, sono invece le parole del personale della casa di riposo di Ferrera, dove si trova la madre Ernestina Barbieri, vedova da alcuni anni.

Si svolgeranno alle 16,30 di lunedì, nella chiesa parrocchiale di Ferrera, i funerali di Lorenza Pedrini. I tanti volontari delle protezioni civile della Lomellina che avevano collaborato con lei durante la sua attività come volontaria nel gruppo di Robbio le potranno così dare il proprio ultimo saluto.
BC