Muore a 17 anni: la famiglia non si dà pace

Liborio Gracioppo (Websource/archivio)

Liborio Gracioppo di Caltrano (Vicenza) aveva solo 17 anni. Da maggio dello scorso anno era malato di leucemia. Dopo più di un anno di dura battaglia contro la malattia molto aggressiva lo studente liceale ha dovuto arrendersi e ieri notte è morto in un letto del reparto di oncoematologia pediatrica dell’ospedale di Padova. Liborio ormai era diventato un vero e proprio simbolo per l’Admo territoriale. L’associazione donatori midollo osseo aveva infatti avviato una campagna con diversi eventi per trovare un donatore compatibile con il 17enne. All’appello avevano risposto centinaia di ragazzi e proprio tra di loro era stato trovato un donatore per Liborio. Il 10 maggio scorso a Padova c’era stato il tanto atteso e agognato trapianto. In un primo momento la situazione sembrava decisamente migliorata, ma nelle ultime settimane il linfoma maligno si era rifatto vivo e più aggressivo che mai. E alla fine i medici e il ragazzo si sono dovuti arrendere.

Liborio era un giocatore di rugby ed esperto di immersioni, nonché appassionato di musica (suonava il sax nella banda della sua città). Il 17enne lascia nel dolore e nello sgomento la mamma Giusi, il papà Santino e i fratelli Maddalena e Ulisse. Il funerale sarà celebrato domani alle ore 15 nella chiesa arcipretale, la stessa dove oggi si è tenuto il rosario.

F.B.