Bari: bimba beve acqua al matrimonio, ma era acido

(Websource/archivio)

Incredibile tragedia a Bari durante una festa di matrimonio. Una bambina di 9 anni ha bevuto un bicchiere di quella che pensava fosse acqua poi ha iniziato ad urlare per il dolore alla gola dicendo che le bruciava tutto. La piccola prima ancora che qualcuno si accorgesse dei suoi lamenti ha iniziato a vomitare sangue dalla bocca e dal naso. A quel punto tutti gli invitati a questo matrimonio a Villa Menelao, tra cui anche Checco Zalone, si sono resi conto che qualcosa non andava e sono subito andato a soccorrerla. La piccola è stata portata d’urgenza all’ospedale pediatrico Giovanni XXIII di Bari dove è arrivata con labbra e bocca tumefatte e dove si trova tuttora ricoverata per gravi lesioni a esofago e stomaco. Le sue condizioni sono critiche ma la bimba non sarebbe in pericolo di vita.

Nella denuncia presentata ore dopo dal padre della bambina ai Nas dei carabinieri di Bari si legge: “Subito dopo aver dato il primo sorso (il bicchiere le era stato dato dal barista, n.d.r.)  la piccola comincia a vomitare sangue col cibo che aveva mangiato. Un invitato la sente urlare ‘brucia, brucia’”. Nel referto medico si parla di “sospetta ingestione di sostanze caustiche”. La bambina purtroppo non ha finito di soffrire e una nuova endoscopia che verrà fatta a breve dovrà chiarire quali saranno le conseguenze di ciò che è avvenuto ormai sette giorni fa. Nella sua denuncia il padre ha anche sottolineato che “durante le fasi concitate che hanno preceduto l’arrivo dell’ambulanza, nessuno dei responsabili della sala ricevimenti ha avvicinato me o qualcuno dei miei familiari per sincerarsi di quanto stesse accadendo. Analogamente, nessuno mi ha contattato nelle ore successive”. Del caso si stanno occupando i Nas.

F.B.