Muore d’infarto davanti alla famiglia

Un malore improvviso e la morte. Stava entrando in acqua per farsi il bagno ma proprio lì si è accasciato e non si è più ripreso. Sono stati i due nipotini ad accorgersi che il nonno non stava bene in quella posizione innaturale riverso in acqua. Il tutto è avvenuto davanti al bagno Stella Sud di Torre del Lago, frazione di Viareggio. Antonio Orlandi, 73 anni, originario di Capannori, residente a Colognole, ex universitario in pensione, è stato colpito da un infarto dagli effetti fatali davanti ai suoi familiari. C’erano con lui, infatti, la moglie, Tamara, la figlia Sabina con il marito Marco e i due nipotini di 8 e 12 anni. ”Stavamo facendo il bagno tutti insieme – racconta la figlia, Sabina –. Sono stati i bimbi ad accorgersi per primi che al nonno era successo qualcosa di grave”.

I bagnini si sono subito precipitati a soccorrere l’uomo, l’hanno portato a riva e chiamato la centrale operativa del 118 che ha inviato sul posto un’ambulanza con il medico visto che era ancora vivo. Respirava, anche se a fatica. Il suo corpo è stato messo al riparo per evitare assembramenti di curiosi ed è partita poi una sfida disperata per tenerlo in vita. Il personale dell’ambulanza ha iniziato le pratiche di rianimazione capaci di mantenere i battiti del cuore, sempre più flebili e distanti negli intervalli scanditi l’uno dall’altro. Il pensionato è stato poi adagiato sulla lettiga e trasferito in ambulanza all’ospedale Versilia dove il miracolo non è avvenuto. ”È stato un malore improvviso, un arresto cardiaco – spiega la figlia –. Mio padre aveva già subìto un intervento a livello di circolazione con la sostituzione di una valvola al cuore avvenuta a febbraio. Eravamo in acqua e lui stava facendo il bagno con i due nipotini. Se ne sono accorti loro. È caduto e non dava più segni di vita”.

M.O.

TUTTE LE NEWS DI OGGI