Nata prematuramente in casa, la piccola muore: si indaga

(websource/archivio)

Un parto prematuro in casa, la corsa verso l’ospedale con la massima urgenza, poi la tragedia che si consuma: l’ennesimo dramma si è consumato nelle Marche. Ora la procura di Ancona ha aperto un’indagine e vuole fare piena luce sulla morte di una neonata, venuta al mondo prematuramente nell’abitazione dei propri genitori, a Fabriano, senza peraltro la assistenza sanitaria al parto. La piccola è deceduta subito dopo essere stata trasferita con la massima urgenza in eliambulanza presso l’Ospedale pediatrico Salesi di Ancona.

Da quanto è stato possibile ricostruire rispetto a questa vicenda, sembra che siano stati gli stessi genitori a voler programmare un parto naturale in casa. Per chiarire ogni aspetto di questa drammatica vicenda familiare, ora il magistrato inquirente ha disposto l’autopsia sul corpicino della piccola nata prematuramente. L’obiettivo è escludere eventuali responsabilità da parte dei genitori della bimba o appurare se vi siano state negligenze. I soccorritori giunti presso l’abitazione fabrianese hanno spiegato che ai loro occhi la bimba è apparsa cianotica e che in preda ad un blocco respiratorio. Sin da subito è stato chiaro che le sue condizioni erano estremamente critiche. Per tale ragione, quando la neonata è giunta nel presidio pediatrico anconetano, i tentativi di rianimarla si sono rivelati del tutti inutili. Nel frattempo, oltre all’autopsia, il magistrato inquirente ha disposto anche accertamenti sui tabulati telefonici della coppia.

GM