“Non finisce più”, violenta scossa davanti alle coste turche

(LOUISA GOULIAMAKI/AFP/Getty Images)

La terra è tornata a tremare davanti alle coste della città turca di Bodrum: l’evento si è verificato alle 9.42 ora italiana. In base a quanto si apprende dal sito sismologico americano Usgs, il terremoto ha avuto una magnitudo di 5.3. L’epicentro della scossa è stato registrato a 14 chilometri della costa sudest della città turca e 10 chilometri di profondità. Poco prima, c’era stata una scossa di magnitudo 4.9 sempre nella stessa zona. Al momento si stanno facendo le dovute verifiche e non si è a conoscenza di danni a persone o cose.

Si tratta del terzo forte evento sismico in poche settimane nella zona: lo scorso 20 luglio, una forte scossa di terremoto di magnitudo 6.7 gradi della scala Richter si è sviluppata nel Mar Egeo. Il sisma, seguito anche da uno tsunami di lieve entità, ha causato la morte di due giovani e il ferimento di oltre 100 persone. L’evento sismico avvenne in piena notte, all’una e trenta. L’epicentro è stato localizzato tra Kos e la località turistica turca di Bodrum. Gli effetti della fortissima scossa si sono avvertiti in tutte le vicine isole del Dodecaneso. Le vittime erano state due ragazzi che stavano uscendo da un bar quando il tetto è crollato.

Il 12 giugno, una forte scossa di terremoto, di magnitudo pari a 6.2, aveva colpito la regione del mar Egeo in Turchia, nell’ovest del Paese, alle 14:28 italiane, ed è stata avvertita distintamente anche in diverse aree della regione di Marmara, compresa Istanbul. Stamattina, invece, un terremoto di magnitudo ML 3.7 è avvenuto nella zona dell’Adriatico centromeridionale, sulla costa al largo tra Vasto e le Isole Tremiti.

TUTTE LE NEWS DI OGGI

GM