Imprenditore di etnia sinti truffa il parroco per anni

(Websource/archivio)

Don Maurizio Busetti, di 67 anni, ha denunciato di essere rimasto vittima di numerosi raggiri da parte di H.J., 45 anni, di etnia sinti, residente a Brugnera (Pordenone). Così i Carabinieri hanno avviato le indagini del caso che hanno permesso di scoprire una realtà sconcertante. Il 45enne, titolare di autosalone di veicoli usati, ha chiesto nel 2012 aiuto economico al parroco spiegandogli di aver bisogno di un po’ di soldi per staccarsi dall’attività del padre e mettersi definitivamente in proprio. Il parroco gli diede l’aiuto economico richiesto, ma nei mesi e negli anni a seguire l’uomo continuò a chiedere sempre più soldi al prelato promettendo sempre una restituzione che poi in realtà non avveniva mai.

Nei giorni scorsi l’ennesima richiesta di 2.200 euro in contanti. E’ stato a quel punto che il prete si è rivolto ai militari denunciando il tutto. I Carabinieri dopo una serie di controlli e pedinamenti hanno fermato l’imprenditore a bordo della propria auto vicino all’abitazione del parroco dove aveva appena ottenuto la cifra richiesta. Per lui l’accusa è di  truffa continuata e aggravata.

La procura di  Pordenone ha inoltre disposto ulteriori accertamenti per capire se l’uomo avesse truffato anche altri parroci della zona. Anche perché nel lontano 2004 il 45enne aveva già commesso lo stesso reato ai danni del parroco di Nogarè di Crocetta del Montello (Treviso), don Bruno Rossetto, al quale aveva sottratto oltre 200 mila euro.

TUTTE LE NEWS DI OGGI

F.B.