“Non lo vediamo da giorni”: i suoi gatti gli hanno fatto qualcosa di orribile

(Websource / archivio)

Da diversi giorni aveva fatto sparire ogni traccia di sé, e i suoi vicini, preoccupati da quell’assenza “sospetta”, hanno avvertito i vigili del fuoco e insieme alle forze dell’ordine si sono introdotti nel suo appartamento. Il macabro spettacolo che si sono trovati davanti dopo aver varcato la soglia li ha lasciati letteralmente a bocca aperta. L’uomo, un pensionato 68enne di Omsk, città russa non lontana dal confine con il Kazakistan, noto ai suoi vicini per il carattere “burbero” e riservato, era stato divorato da 40 gatti.

A riferire l’accaduto è il portale ZonaMedia, che a sua volta cita il sito OM1. L’anziano, deceduto a quanto pare per cause naturali (probabilmente stroncato da un infarto), è diventato il “banchetto” dei suoi felini. Aveva tre figli, ma nel tempo si era totalmente isolato: viveva senza elettricità, servendosi di un semplice lume di candela, e con la sola compagnia di una quarantina di felini. Sta di fatto che nel giro di poche ore di lui è rimasto solo scheletro. Gli animali avevano evidentemente molta fame: oltre a sbranare il loro padrone, si sono anche divorati a vicenda. La casa era infatti disseminata di molte carcasse di felini: una scena degna di un film horror.

TUTTE LE NEWS DI OGGI

EDS