Tampona una Porsche e lascia un biglietto di scuse al proprietario

Websource/Archivio

“Un gesto di solida etica morale”, così ha commentato il proprietario della Porsches tamponata a Florianopolis (Brasile) da un ragazzo di 21 anni che, non trovando il proprietario, ha deciso di scrivere un biglietto di scuse al termine del quale c’erano i suoi estremi assicurativi ed il suo numero di telefono.

L’altra sera Matheus Iniacio Souza (21 anni) si stava recando a cena fuori, nel parcheggiare la sua auto, però, ha tamponato leggermente la Porsches in sosta dietro la sua, così ha deciso di cercare il proprietario per scusarsi e non venire meno al suo dovere civico. Dopo aver chiesto in giro ed aver citofonato ad alcune ville ha compreso che la ricerca del proprietario sarebbe stata troppo lunga, quindi ha scritto un biglietto di scuse ed è andato a cena.

Quello di Matheus è un gesto semplice che dovrebbe essere una norma, ma che di questi tempi è una rarità ed è per questo che il proprietario dell’auto, lo psicologo Carlos Pimenta ha deciso di rendere noto il comportamento del giovane. Intervistato dal quotidiano brasiliano ‘O Globo’ il dottor Pimenta ha spiegato: “In verità è solo un graffio e il tamponamento è avvenuto in una strada in cui probabilmente nessuno si è accorto di nulla. Matheus non aveva motivo di tanta gentilezza, la sua è stata una questione di profondo senso etico. Dovremmo valorizzare questo tipo di comportamento”.

Il giorno dopo lo psicologo ha chiamato il ragazzo per ringraziarlo del gesto e dirgli di non preoccuparsi, ma Matheus ha insistito per far fronte al danno. La morale di questo ragazzo ha colpito profondamente lo psicologo e per questo ha deciso di premiarlo: “Gli ho spiegato che mi farò redigere un preventivo e che provvederò da solo al danno, quella cifra non farà alcuna differenza nella mia vita”.

Websource/ O Globo

F.S.