Ladispoli: spuntano ossa umane in spiaggia

(Websource/archivio)

A Ladispoli, tra l’arenile e la duna Mediterranea di Palo Laziale, venerdì scorso è spuntato uno scheletro, uscito allo scoperto molto probabilmente da una tomba Cappuccina, tipica sepoltura etrusca dell’Età imperiale. Mentre gli esperti stanno tentando di stabilire a quale periodo risalgano le ossa nelle scorse ore nuovi resti umani sono spuntati sulla spiaggia.

L’episodio, senza dubbio curioso, ma non così eccezionale dal punto di vista archeologico visto che capita abbastanza spesso che resti antichi emergano dal passato e dal terreno che ogni giorno calpestiamo, ha scatenato però un fenomeno abbastanza inquietante. Si tratta della corsa al selfie tra i bagnanti incuriositi sulla spiaggia. Decine di turisti e persone del luogo che hanno fatto la fila per poter scattare una foto insieme allo scheletro e ai resti umani. Un evento di dubbio gusto che purtroppo non rappresenta una novità. Anzi c’è stato anche di peggio. Come quando morì un bagnante sulla spiaggia e alcune persone si fecero il selfie col cadavere coperto dal lenzuolo sullo sfondo.

F.B.