Pescara: marito “eroe” fa partorire la moglie in casa

(Websource/archivio)

Incredibile quanto accaduto oggi a Cepagatti in provincia di Pescara. Una donna che aveva un parto cesareo programmato fra pochi giorni ha capito che qualcosa non andava. Nemmeno il tempo di rendersi conto e le acque si erano già rotte. Il problema è che in pratica il parto si è avviato immediatamente e dunque era di fatto impossibile per la donna raggiungere l’ospedale. A quel punto il marito ha chiamato il 118 che ha subito inviato ambulanza ed elicottero. Nel frattempo però non si poteva aspettare con le mani in mano. C’era una bambina da far nascere.

Così l’uomo, guidato al telefono dai medici del 118, ha provato a far nascere la propria figlia. Come se non bastasse in una situazione già piuttosto complessa c’era anche il dettaglio non da poco che la nascitura era podalica. Si tratta di una condizione che mette in difficoltà ostetriche e ginecologi in sala parto, figuriamoci un marito che deve aiutare la propria moglie a far nascere la propria bimba.

Sta di fatto che quando i soccorsi sono giunti la bambina era appena nata e data la situazione in cui è avvenuto il parto era in condizioni buone. Mamma e figlia sono poi state trasportate all’ospedale di Chieti dove si trovano entrambe in ottima salute.

F.B.