Padova: versano il caffè e si distraggono. Il bimbo è grave

(Websource/archivio)

E’ bastato un attimo di fatale distrazione per mettere in moto una catena di eventi che avrebbe potuto facilmente finire in tragedia. Mentre soggiornavano in un camping di Chioggia (Venezia) assieme al loro bimbo due genitori si sono allontanati per qualche istante dal caffè appena tolto dal fuoco: in quella frazione di tempo, il bambino è riuscito ad afferrare quella tazza di caffè bollente e a rovesciarsela addosso.

E’ successo lo scorso venerdì sera, intorno alle 20.30. La coppia del Padovano stava trascorrendo le vacanze al camping Tredue di via Venier a Sottomarina, e aveva appena preparato il caffè per il dopocena. Da un momento all’altro uno degli incubi peggiori per qualsiasi genitore è diventato realtà. Il bambino di poco più di un anno (quattordici mesi per la precisione) è sfuggito per pochi istanti al controllo di mamma e papà e si è versato addosso il liquido bollente. Le sue urla disperate hanno immediatamente richiamato l’attenzione dei genitori, i quali, spaventatissimi e in preda al panico, hanno avvertito subito il 118. I medici del suem di Chioggia hanno capito non appena giunti sul posto la gravità della situazione: il piccolo presentava numerose ustioni su tutto il corpo, in particolare sul volto, e aveva bisogno di un intervento d’urgenza. E’ stato quindi trasferito in codice rosso al Centro grandi ustionati di Padova, dove sarebbe tuttora in osservazione.

Dopo l’allerta iniziale, la preoccupazione sarebbe in parte rientrata, ma saranno gli ulteriori accertamenti sanitari a far piena luce sul quadro clinico, anche per capire se l’incidente possa determinare conseguenze “visibili” per il bambino. Il fatto che non siano state allertate forze dell’ordine induce in ogni caso a ritenere che si sia trattato di un semplice incidente domestico. E’ il caso di ricordare che episodi del genere non sono affatto isolati: a fine 2015 l’allora Ulss 12 veneziana aveva pubblicato una sorta di vademecum nel quale si raccomandava di adoperare la massima cautela possibile con i bambini, segnalando un boom di piccoli medicati in pediatria per ustioni.

TUTTE LE NEWS DI OGGI

EDS