“Aiutaci a trovare nostra nipote” bimba in motel di terz’ordine

(Websource / Metro.co.uk)

C’è chi dice che Internet non accorcia le distanze, ma in questo caso è verissimo il contrario. Un dipendente della catena di supermercati Sainsbury’s, Harry Brown, è riuscito a trovare una bambina statunitense di 4 anni dalla camera da letto della sua casa di Staines, nella contea inglese del Surrey, attraversando “virtualmente” 8.000 km. Un caso decisamente complesso risolto a colpi di click.

L’uomo ha localizzato la piccola Yvette Henley in un motel dell’Arizona utilizzando il “contatto” che aveva stabilito con suo padre qualche anno prima attraverso un videogioco. Erano stati i nonni della piccola, Gary e Kim Forester, a chiedergli di aiutarli a rintracciare la nipotina dopo aver scoperto che lui e il papà della piccola, Virgil Henley, 28 anni, erano amici su Facebook. Gary, in particolare, aveva visto che su una foto del profilo di Virgil c’era un “like” di Harry. Così, si sono messi in contatto con quest’ultimo e gli hanno spiegato la delicata situazione. Lo scorso giugno un tribunale aveva affidato la bimba ai nonni per “la tutela del suo benessere emotivo”, ma lei stava ancora con suo padre e le autorità non erano mai riuscite a scoprire dove questi si trovasse.

Così, Harry ha avviato su Facebook una conversazione online con Virgil (che usava lo pseudonimo “Mark Johnson”) e dopo due giorni di banali “chiacchiere” ha scoperto che lui e la sua fidanzata Alyssa avevano portato Yvette in Arizona, dove soggiornavano in alberghi di terz’ordine. Poi, dopo essersi offerto di pagare a Virgil una pizza in un motel, ha individuato la loro posizione esatta. Invece del fattorino, però, Virgil si è visto arrivare la Polizia. Ora la bimba vive al sicuro con i nonni a Hesperia, in California. “Ho pianto quando ho visto che si sono ritrovati”, dice Harry. “Passo la mia vita su Internet – spiega – ma non avrei mai immaginato che parlando con semplici sconosciuti avrei potuto salvare questa bambina”. “Non abbiamo parole per ringraziarlo – conclude Gary – . Gli saremo grati per tutta la vita”.

TUTTE LE NEWS DI OGGI

EDS