Genova, sesso sulla panchina al parco. I residenti insorgono

(Websource/archivio)

A fronte di chi si limita a fare foto e video, ci sono tante persone che non ne possono più di questi esibizionismi senza vergogna, di questi comportamenti scriteriati privi di ogni educazione e pudore. L’ultimo episodio in ordine di tempo a Genova dove una coppia ha deciso di fare sesso su una panchina nel bel mezzo di piazza Settembrini nel quartiere di Samperdarena. Questa volta però i residenti increduli ed esasperati da continui episodi di questo tipo hanno deciso di chiamare subito le forze dell’ordine segnalando ciò che stava accadendo in pubblico. Poi hanno deciso di documentare tutto con lo smartphone affinché potesse servire come prova per gli agenti che stavano arrivando.

Il problema è che una volta arrivati sul posto i Carabinieri si sono limitati ad ammonire i due amanti focosi sostenendo di non potere fare di più e scatenando così ancora di più l’esasperazione dei residenti. Davide Rossi, consigliere della Lega Nord del Municipio Centro Ovest, non ci sta: “Notte di risse, sesso e alcol in Piazza Settembrini, i residenti sono stufi di ricevere mille promesse senza che nessuno faccia nulla di concreto in tempi certi. Basterebbe un minimo di buon senso, tradotto cancellate, ripristino del mercatino, telecamere, presenza delle forze dell’ordine. Da tempo, infatti, i residenti chiedono maggiori controlli e sforzi concreti da parte dell’amministrazione comunale per regolare quella che è diventata ormai una vita notturna selvaggia”.

F.B.